Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Casalesi, confisca di beni per circa 1 mln di euro


Casalesi, confisca di beni per circa 1 mln di euro
14/06/2011, 09:06

La Direzione Investigativa Antimafia di Napoli ha eseguito un decreto di confisca dei beni emesso, ai sensi della normativa antimafia, dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) - Sezione Misure di Prevenzione nei confronti di VENEZIANO Rocco, 57 enne di Castel Volturno (CE), di recente condannato alla pena di anni 2 mesi 8 di reclusione per il delitto di cui all'art. 416 bis c.p., siccome riconosciuto colpevole di appartenere all’organizzazione camorristica dei “casalesi” (gruppo Bidognetti), operante nel casertano. Il provvedimento ablativo è stato adottato a seguito di una proposta per l’applicazione di una misura di prevenzione patrimoniale formulata dal Direttore della D.I.A., Generale dei Carabinieri Antonio GIRONE, sulla base di complesse indagini di natura economico-patrimoniale svolte dal Centro Operativo della D.I.A. di Napoli. Il VENEZIANO, di professione geometra ed imprenditore edile, è considerato punto di riferimento per la gestione degli interessi economici del citato sodalizio camorrista. Sfruttando la sua figura di insospettabile professionista, si prestava a garantire assistenza, a predisporre la documentazione per indire gare di appalto ed a fornire i nominativi delle imprese “pulite”, alle quali assegnare i lavori per favorire gli interessi del clan. La confisca ha riguardato un fabbricato ed un appezzamento di terreno siti in Casal di Principe (CE) nonché quote del capitale sociale di una società immobiliare con sede in Terni, del valore complessivo di circa un milione di euro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©