Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Casalesi, sequestro di beni ad un latitante 26enne


Casalesi, sequestro di beni ad un latitante 26enne
31/07/2012, 16:37

In data odierna, personale del Centro Operativo della DIA di Napoli, ha dato esecuzione in Casal di Principe ad un provvedimento di sequestro disposto d’urgenza dalla DDA di Napoli (PM Sirignano e Conzo coordinati dal Procuratore Aggiunto Federico Cafiero De Raho) nei confronti del latitante PANARO Francesco classe1986, residente in Casal di Principe.

 

Sul PANARO pende  Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa in data 10.07.12 dal Tribunale di Napoli – UfficioGIP – poiché gravemente indiziato dei delitti p.p. dagli artt. 416 bis, 629 c.p. aggravato dall’art. 7 L. 203/91 (associazione per delinquere di tipo mafioso quale appartenente al clan dei casalesi ed estorsione aggravata dai metodi mafiosi). Il giovane casalese è nipote dello storico affiliato PANARO Sebastiano, detto camardone, classe 1969, condannato con sentenza definitiva alla pena dell’ergastolo ad esito del processo “Spartacus”.

 

Le indagini patrimoniali condotte dal Centro Operativo della DIA di Napoli sul conto del prevenuto hanno consentito di accertare che i seguenti beni sono stati acquistati dal PANARO Francesco in evidente situazione di sproporzione reddituale, tanto da richiederne il sequestro:

 

  • ditta individuale con sede legale in Casal di Principe (CE)
  • autovettura SMART FORTWO
  •  motociclo HONDA SH 300
  •  quadriciclo KIMKO KXR (classe speciale)
  • autoveicolo BMW X6

 

Il valore dei beni in sequestro è stimabile in euro 150.000 circa. Nel corso delle operazioni di sequestro sono state eseguite numerose perquisizioni in Casal di Principe  e comuni limitrofi alla ricerca del predetto latitante.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©