Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Donne disperate costrette a tutto

Casalinghe prostitute per la crisi


Casalinghe prostitute per la crisi
08/12/2012, 11:11

ROMA – La crisi non risparmia proprio nessuno, e per sopravvivere ormai si è costretti a tutto.
Ha dell’inverosimile la realtà scoperta da Repubblica.
Sembra, infatti, che molte donne, casalinghe per sbarcare il lunario siano costrette a prostituirsi.
Sono donne comuni, semplice e senza grilli per la testa ma che si trovano in situazioni talmente critiche da non poter fare altrimenti, a quanto sembra.
Riescono con la loro “attività”a pagare le bollette, il mutuo, la spesa e ad accontentare le necessità dei figli.
La storia raccontata dal quotidiano è stata quella di “ Francesca”.
Una 40enne di Pescara che è stata scoperta da dei  carabinieri con un cliente nella sua casa.
La donna scoppiata in lacrime sembra abbia chiesto solo la massima riservatezza agli ufficiali.
E ha poi dichiarato: “Questo lavoro l'ho sempre fatto di nascosto. I clienti mi trovano su internet, vedono le mie foto e poi mi chiamano a un cellulare che la mia famiglia certo non conosce. Di solito fisso gli appuntamenti all'ora di pranzo. Così la mattina e la sera sono sempre a casa”. 
Con questa attività Francesca arriva fino a 7mila euro ma dice: “Sono solo una delle tante, potrei raccontare decine di altre storie di donne che conosco con mariti operai in cassa integrazione che si prostituiscono per trenta euro”.

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©