Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dodicenne rom scomparsa da dieci giorni, avviate le ricerche

Casalnuovo di Napoli, bimba rom scomparsa


Casalnuovo di Napoli, bimba rom scomparsa
12/12/2010, 17:12

Napoli, 12 dicembre 2010 – è da circa una settimana che i carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna stanno ininterrottamente cercando una bimba rom di dodici anni, di origine romena scomparsa nel nulla dal campo rom di Nola dove alloggiava con la famiglia. Daniela Asan, questo è il nome della dodicenne rom, scomparsa da casa il 3 dicembre scorso, e solo dopo due giorni i genitori hanno dato l'allarme alle forze dell'ordine per denunciare scomparsa della piccola. L'ultima volta che è stata vista, Daniela Asan, era nei pressi del centro commerciale Ipercoop di Casalnuovo, mentre era intenta a chiedere l'elemosina. Alcuni testimoni che erano di passaggio al centro commerciale, hanno riferito ai carabinieri di avere visto la bambina, che era molto conosciuta in zona, mentre litigava con la madre che, a quanto raccolto dalle testimonianze, la costringeva a elemosinare denaro. Da quel litigio, si perdono le tracce di Daniela, e non si sono più avute notizie. La piccola Daniela Asan, e il suo nutrito gruppo di familiari vive in un piccolo accampamento abusivo situato in via Siviglia a Casalnuovo di Napoli. Non è la prima volta che la piccola rom scappa dall'accampamento, infati, cinque anni fa, quando la piccola aveva 7 anni, andò via dall'accampamento dopo aver litigato con la madre che voleva costringerla ancora una volta a chiedere l'elemosina in strada ai passanti. Dopo un po' di tempo fortunatamente fu ritrovata in un treno nei pressi di Baiano, in provincia di Avellino, in quell'occasione fu subito riportata nel campo rom dove viveva con i suoi genitori. Stando a questo indizio, si sospetta che anche questa volta Daniela sia fuggita per lo stesso motivo. I carabinieri della zona si sono subito mobilitati per avviare le ricerche, innanzitutto nei luoghi più frequentati dalla ragazzina, e poi anche nelle locali stazioni ferroviarie, ma a quanto pare non si hanno ancora notizie sul suo ritrovamento. La Procura inoltre, per ampliare le indagini, ha deciso, insieme con i militari dell'arma, di diffondere una foto, impressa sul passaporto, della bambina. Daniele ha cicatrice sulla guancia sinistra. Con la diffusione della sua foto si spera di ritrovarla per riportarla nel campo rom ma anche per fare in modo che la bimba non scappi più e soprattutto non sia costretta ad elemosinare.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©