Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CASALVELINO, LITIGA CON IL DATORE DI LAVORO E VIENE ARRESTATO


CASALVELINO, LITIGA CON IL DATORE DI LAVORO E VIENE ARRESTATO
09/11/2008, 12:11

 

Litiga con il datore di lavoro e viene arrestato dai carabinieri. Accade a Casal Velino, dove i carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania, agli ordini del capitano Daniele Campa, hanno tratto in arresto un 39enne di origine cinese, risultato clandestino sul territorio italiano e colpito da un ordine di espulsione del questore di Salerno.  L’extracomunitario, operaio di una piccola fabbrica di Casal Velino, aveva chiamato i carabinieri per risolvere una lite con il suo datore di lavoro, il quale non voleva riconoscergli un arretrato di circa diecimila euro. I militari, intervenuti sul posto, hanno scoperto che il 39enne cinese non aveva ottemperato all’ordine di espulsione. L’operaio è stato immediatamente arrestato e sono tuttora in corso degli accertamenti per verificare la regolaritá del contratto di lavoro che aveva stipulato con l’azienda cilentana. Nel mirino dei carabinieri anche il titolare dello stabilimento, che rischia di essere denunciato per sfruttamento di manodopera clandestina. Il datore di lavoro per giustificare la sua posizione ha evidenziato di essere giá stato sottoposto, in passato, ad un controllo, effettuato da altre forze dell’ordine, e di esser risultato perfettamente in regola. E’ da chiarire se al momento dell’accertamento l’operaio cinese fosse effettivamente in servizio presso lo stabilimento produttivo di Casal Velino. Un aspetto sul quale si stanno ora concentrando le indagini dei carabinieri della compagnia di Vallo.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©