Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Casandrino, Silvestre mette un freno agli allagamenti


Casandrino, Silvestre mette un freno agli allagamenti
15/03/2010, 14:03

CASANDRINO - Strade inondate dal fango ed esercizi commerciali allagati. Uno scenario simile, a Casandrino, è stato, purtroppo, ricorrente nel corso degli anni a causa delle esondazioni dell’ex Alveo Lavinaio. Tutte le amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi anni si sono impegnate nella soluzione del problema ma non sono riuscite a risolvere la situazione, vuoi per mancanza di fondi, vuoi per la complessità della problematica.
Con l’amministrazione Silvestre, e grazie all’impegno determinante dell’On. Nicola Marrazzo, presidente della Commissione Bilancio della Regione Campania, sono stati reperiti i fondi per affrontare l’annosa questione. E così durante la gestione di Antimo Silvestre sono stati eseguiti dei lavori finalizzati alla mitigazione del rischio allagamenti.
Oltre agli interventi già effettuati, (by-pass, griglie di scolo, ect) a breve partirà un’imponente opera per la quale la Regione Campania ha stanziato 2,5 milioni di euro. Nei pressi della ‘perimetrale di Melito’ saranno realizzate grandi ‘vasche di laminazione’ che capteranno l’afflusso d’acqua in occasione di forti temporali per poi scaricarle di nuovo nel Collettore Lavinaio una volta passata la fase più intensa della pioggia. Questo consentirà di evitare un afflusso d’acqua superiore alla ricettività del Collettore ed evitare, quindi, esondazioni dello stesso con il conseguente allagamento del centro cittadino.

Interventi già effettuati
Nel concreto è stato costruito un by-pass nella zona cimiteriale dove è stata realizzata una diramazione fognaria che si immette nel vicino ‘collettore Co.Re.Ca’, al fine di alleggerire il carico idraulico nella zona, importo dei lavori: € 300.000.
In corrispondenza della intersezione del Collettore Lavianio con via Falcone e via Chianese sono stati sostituiti i vecchi tratti in muratura con strutture di cemento armato poiché il rischio di cedimenti strutturali rappresentavano delle strozzature dal punto di vista idraulico, importo dei lavori: € 196.600.
Ancoraggio e ripristino della copertura del Collettore Lavianio nelle vicinanze dell’Asse Mediano per evitare la fuoriuscita di liquami ed il conseguente allagamento della zona, importo dei lavori € 70.000.
Create tre grosse griglie su via Borsellino in corrispondenza degli incroci di via Catania, via Milano e piazza Cappella per facilitare l’incanalamento nella rete fognaria delle acque provenienti da via Borsellino, importo dei lavori: lavori €25.000.
Oltre agli interventi già effettuati, a breve partirà un’imponente opera per la quale la Regione Campania ha stanziato 2,5 milioni di euro. Nei pressi della ‘perimetrale di Melito’ saranno realizzate grandi ‘vasche di laminazione’ che capteranno l’afflusso d’acqua in occasione di forti temporali per poi scaricarle di nuovo nel Collettore Lavinaio una volta passata la fase più intensa della pioggia. Questo consentirà di evitare un afflusso d’acqua superiore alla ricettività del Collettore ed evitare, quindi, esondazioni dello stesso con il conseguente allagamento del centro cittadino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©