Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il movimento si rivolge alle Istituzioni dopo le aggressioni

CasaPound Napoli: "Per noi trattamento da 'serie B'"


CasaPound Napoli: 'Per noi trattamento da 'serie B''
16/10/2009, 14:10

“A CasaPound Napoli esprimiamo immensa delusione perché ancora una volta subiamo un trattamento di ‘serie B’ tipicamente riservato ai figliastri. Ci chiediamo come mai la stessa visita concessa a Francesco Traetta non sia stata fatta, nei medesimi termini, anche ai due nostri associati aggrediti in piazza Garibaldi, da manifestanti con bandiere dei Carc ed Sll esattamente un giorno dopo l’aggressione avvenuta fuori al Margherita di Savoia”.

Questo è quanto afferma Fabio Lucido Balestrieri, portavoce di CasaPound Napoli, dopo aver appreso a mezzo stampa che il sindaco, accompagnato dai consiglieri Francesco Nicodemo e Francesco Minisci, si è recato presso l’abitazione di Francesco Traetta, esprimendogli piena solidarietà per quanto accadutogli e facendogli sapere che il comune, nel processo ai suoi aggressori, si costituirà parte civile.

“Se è giusto e lo pensiamo, che Traetta dovesse ricevere la solidarietà e la visita delle istituzioni politiche, chiediamo lo stesso trattamento per i nostri due ragazzi – prosegue il portavoce - , pertanto invitiamo pubblicamente il sindaco e i consiglieri Francesco Nicodemo e Francesco Minisci a far loro visita all’Hmo”.

“Per quanto concerne le accuse a carico nostro circa l’aggressione a Traetta , nonostante le nostre smentite, garantiamo – conclude Lucido Balestrieri - che qualora fossero accertate responsabilità da parte di nostri militanti, questi verranno immediatamente allontanati dall’associazione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©