Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CASCETTA: FARE LUCE SUL CASO RACKET ALL'ALIFANA


CASCETTA: FARE LUCE SUL CASO RACKET ALL'ALIFANA
03/10/2008, 08:10

“Fare luce al più presto e definitivamente sui presunti episodi di racket ai danni di imprese coinvolte nei lavori della nuova linea Alifana”.

 
E’ quanto auspica l’assessore regionale ai Trasporti, Ennio Cascetta, “ringraziando e sostenendo con forza la meritoria azione delle forze dell’ordine e della magistratura nel difficile compito di contrasto alla criminalità organizzata, in un settore tanto delicato come quello delle opere pubbliche”.
 
“Per quanto ci riguarda – precisa Cascetta - tutte le opere realizzate e in corso, compresa la nuova Alifana, sono garantite dal Protocollo di Legalità, al quale anche l’EAV (Ente Autonomo Volturno), che coordina i lavori, ovviamente aderisce. Per questo già oggi su questa vicenda abbiamo subito inviato una lettera urgente al Prefetto di Napoli, nella quale confermiamo la nostra più ampia disponibilità e collaborazione, nei limiti – naturalmente - delle nostre competenze”.
 
“Voglio ricordare – sottolinea poi Cascetta - che i lavori della nuova Alifana risalgono agli anni ’80, e sono stati interamente finanziati con fondi statali e gestiti dal Ministero dei Trasporti fino a pochi mesi fa per la parte Piedimonte Matese-Teverola, e fino al 2003 per la tratta Aversa-Piscinola. Per quest’ultima tratta, in particolare, i cantieri non furono mai portati a termine, e si fermarono nel 1984, lasciando gallerie, stazioni e parcheggi in stato di completo abbandono, con uno spreco di risorse di circa 500 miliardi di vecchie lire e con contenziosi aperti con le ditte. Solo nel 2003, grazie al trasferimento dell’opera dal Ministero alla Regione, la situazione si è finalmente sbloccata: il progetto originario di semplice adeguamento di una vecchia ferrovia è stato completamente trasformato in realizzazione di una nuova e moderna linea del sistema di metropolitana regionale. Nel 2005 (dopo ben ventun’anni di stop) è stata aperta al pubblico la prima tratta Piscinola/Scampia-Mugnano, mentre a marzo prossimo aprirà anche quella fino ad Aversa. Per raggiungere questi risultati, è stato fatto un intenso lavoro per superare le difficoltà, chiudere i contenziosi e reperire i fondi (europei, statali e regionali)  necessari al completamento dei lavori. In particolare, i fondi gestiti direttamente dalla Regione sono stati impiegati a partire dal 2006”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©