Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Accordo Regione e Comune per nove milioni di euro

Case famiglia e semiconvitto, arrivno i fondi


Case famiglia e semiconvitto, arrivno i fondi
27/04/2010, 18:04

NAPOLI - Dopo lunghi mesi di proteste, incontri, promesse e di smentite, finalmente per case famiglia e semiconvitto una boccata di ossigeno, grazie all’accordo raggiunto con Regione e Comune che ha permesso di sbloccare 9 milioni di euro di fondi arretrati per il terzo settore, di cui 7 mila e 200 verranno vincolati solo ed esclusivamente per questa situazione di emergenza di semiresidenziali e residenziali.
“Per noi non è una vittoria, ma un punto di partenza” , ha dichiarato Chiara Giordano, presidente dell’associazione “Campania in Movimento” che in questi mesi ha rappresentato le case famiglia e i semiconvitto della Regione. “La nostra associazione si è battuta fortemente per portare all’attenzione delle istituzioni e dei media la situazione disperata in cui si trovano le politiche sociali in Campania” – ha aggiunto – “Si è evitato che 3500 bambini finissero per strada, anche grazie al consigliere comunale Nonno che ha fatto diverse interrogazioni in consiglio. I problemi del terzo settore sono infiniti e noi continueremo ad essere al fianco dei più deboli e a vigilare affinché i fondi arrivino sempre nei tempi previsti e con la massima trasparenza, cosa che stavolta non è successa anche grazie a Giulio Riccio”.
Per la presidentessa, la Regione ed il Comune “necessitano di persone e programmi seri, coerenti, e privi di sprechi ma soprattutto che guardino lontano, perché il terzo settore non può vivere di assistenzialismo precario, e le persone che versano in situazioni di forte disagio devono assolutamente essere tutelate e non fatte sentire, così come è accaduto fino ad ora, un peso sociale”.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©