Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Consegnato in Campidoglio premio per impegno sulla Pace

Caserta. ad Agnese Ginocchio il "Premio Internazionale Cartagine"


Caserta. ad Agnese Ginocchio il 'Premio Internazionale Cartagine'
08/11/2010, 15:11

Caserta - L'impegno per la Pace e per il diritti universali premia ancora una volta Agnese Ginocchio, la cantautrice e Testimonial per la Pace campana originaria della provincia di Caserta e nativa del comune matesino di Alife. Il " Premio Internazionale Cartagine", giunto alla sua decima edizione, é stato assegnato ad Agnese Ginocchio, in virtù dei meriti acquisiti nel settore della Pace e dei Diritti universali e per il grandissimo impegno profuso come "Cantautrice per la Pace". La cerimonia di consegna si é tenuta Venerdi 5 Novembre 2010 presso la sala della Promoteca del Campidoglio in Roma. Organo promotore del prestigiosissimo riconoscimento l' "Accademia Internazionale Cartagine" presieduta dal Generale On. Allessandro Della Posta. "Il suddetto premio, - ha riferito l' Accademia Cartagine- viene conferito di anno in anno nell' intento di riconoscere il giusto merito a coloro che hanno contribuito, in Italia ed all’ Estero, allo sviluppo ed alla diffusione della cultura e del sapere nei diversi settori, nell’ interesse supremo dell’ elevazione e della promozione del progresso dei popoli, della ricerca della verità, della libertà, della giustizia e della Pace e, quindi, della fratellanza universale. Esso rappresenta dunque un prestigioso riconoscimento, un “Premio Nobel” in versione “speciale”. etc. Sono stati premiati anche personaggi noti nel mondo dello spettacolo. Ad Agnese Ginocchio, giungano i nostri migliori Auguri, per il suo instancabile e non facile impegno per la Pace e la difesa dell'ambiente (suo lo slogan tratto dal ritorrnello della canzone "Fermate il Mostro", da cui é partita la forte protesta ambientalista antidiscarica sui luoghi simbolo della provincia di Caserta), perché restituisce alla nostra martoriata Terra di Lavoro dignità, valore e bellezza. Caserta dunque non é solo gomorra e rifiuti, ma speranza e colontà di riscatto. Agnese Ginocchio é indubbiamente una delle più belle espressioni di questa Terra abitata da clan, ma nel contempo desiderosa di recuperare il vero volto che le appartiene.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©