Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Le donne vicine al clan attivo a Santa Maria Capua Vetere

Caserta, arrestate figlia e compagna del boss Amato


Caserta, arrestate figlia e compagna del boss Amato
06/05/2010, 15:05

CASERTA - Arrestate dai carabinieri di Santa Maria Capua Vetere, nel casertano, la figlia e la compagna del capo-clan Salvatore Amato. All'alba, i carabinieri del nucleo operativo di Santa Maria Capua Vetere hanno eseguito un decreto di fermo emesso dalla Dda di Napoli nei confronti di due donne appartenenti al clan "Amato", che opera nel comune sammaritano e in altri vicini, in particolare - spiegano i militari - nel settore dell'usura e dell'imposizione con metodi violenti di apparecchi videpoker. L'accusa a loro carico e' di "associazione per delinquere di tipo mafioso, intralcio alla giustizia e minaccia per costringere a commettere un reato". Le due donne, sottolineano i carabinieri, hanno continuato a gestire le attività illecite del gruppo criminale, dando puntuale attuazione alle direttive impartite dal capo-clan detenuto. Inoltre, secondo le accuse hanno anche cercato di minare la credibilita' di ex affiliati, ora collaboratori di giustizia, e di condizionarli intimorendone i familiari.
Il provvedimento cautelare riguarda Rosa Amato, 33 anni, figlia del capoclan Salvatore, attualmente detenuta che Emilia Maio, 47 anni, storica convivente del boss. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, le due donne, dopo l'arresto di Amato, hanno preso in mano le redini del clan, dando "puntuale attuazione alle direttive che l'uomo impartiva loro durante i colloqui in carcere in merito alla gestione delle attività illegali". Secondo l'accusa Rosa Amato ed Emilia Maio avrebbero, inoltre, "comprato il silenzio" degli affiliati al gruppo criminale provvedendo ad "elargire periodicamente somme di denaro ai loro congiunti". Il provvedimento cautelare è stato emesso d'urgenza dal momento che esisteva un concreto pericolo di fuga delle due donne, soprattutto della figlia del boss che, da qualche mese, temendo di essere arrestata si trasferiva di notte nel quartiere napoletano Agnano, dove i carabinieri l'hanno catturata all'alba.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©