Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Caserta: operazione antidroga, arrestati 5 spacciatori


Caserta: operazione antidroga, arrestati 5 spacciatori
18/02/2009, 20:02

Nel corso di un'operazione antidroga i carabinieri di Maddaloni (Caserta) hanno arrestato 5 persone per associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di droga. I militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare richiesta dai pm della direzione distrettuale antimafia di Napoli nei confronti di una banda attiva a San Felice a Cancello e a Santa Maria a Vico, entrambi centri del casertano. Gli arrestati sono Luigi Maltese, di 29 anni, la sua convivente Maddalena De Lucia, 26, e Raffaelle Uccello, 44. Sono stati invece condotti agli arresti domiciliari Andrea Della Rocca, 19 anni, e Umberto Della Rocca, 20. Un sesto indagato di 29 anni, e' stato sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria. L'indagine e' stata condotta dal nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Maddaloni ed e' stata coordinata dai pm della Dda di Napoli. L'indagine ha avuto inizio nel 2007 quando i militari si accorsero di un insolito via vai di auto e moto in via Angeloni, a Santa Maria a Vico. Da quel momento i militari iniziarono a tenere d'occhio la strada e ad annotare i numeri di targa di auto e moto. Poco dopo fu accertato che in via Angeloni si recavano molti giovani ad acquistare la droga presso l'abitazione dove viveva una giovane coppia. Secondo i carabinieri il giro di affari della banda di spacciatori era "molto ingente". I tossicodipendenti a caccia della dose arrivavano non solo dal casertano ma anche dal napoletano e dal beneventano. Indagini sono durate diversi mesi: gli investigatori hanno fatto uso di intercettazioni telefoniche e ambientali, riprese video, appostamenti, pedinamenti e perquisizioni. Nel tempo sono stati eseguiti una trentina di sequestri di droga in picole e medie quantita'. I carabinieri hanno sequestrato anche un libro contabile del commercio della droga. Gli inquirenti hanno quantificato che il giro di affari era di svariate migliaia di euro al mese. I clienti si recavano presso l'abitazione di Maltese per acquistare le dosi sin dalle prime ore del mattino. Il via vai durava fino a tarda sera. I tossicodipendenti avevano l'abitudine di parcheggiare l'auto o la moto proprio davanti alla strada d'accesso dell'abitazione del capobanda. L'organizzazione aveva collocato in alcuni punti strategici diverse vedette pronte ad avvertire gli spacciatori di un eventuale arrivo delle forze dell'ordine. Ogni volta che passava una pattuglia, ompegnata nel controllo del territorio, scattava l'allarme. Indagare in queste condizioni non e' stato facile per i carabinieri di Maddaloni ma alla fine la quantita' di elementi raccolti e' stata tale da consentire il blitz che all'alba di oggi ha portato all'arresto dei 5 presunti spacciatori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©