Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Caserta:15 arresti per il clan Lubrano-Litigato


Caserta:15 arresti per il clan Lubrano-Litigato
23/02/2009, 09:02

I carabinieri del comando provinciale di Caserta hanno eseguito questa mattina un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 15 persone, ritenute affiliate al clan Lubrano-Ligato, collegato a quello dei Casalesi, attivo nella zona di Pignataro Maggiore. I destinatari dei provvedimenti restrittivi, emessi dal Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea, sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, omicidio, estorsioni, detenzione e porto abusivo di armi, danneggiamento. L'operazione ha consentito di disarticolare il clan che attualmente ha il controllo del comune di Pignataro Maggiore e di quelli limitrofi. Il capo storico della famiglia Ligato, Raffaele, in carcere da tempo dove sta scontando la pena all'ergastolo, è stato anche condannato per l'omicidio del sindacalista Francesco Imposimato, avvenuto a Maddaloni (Caserta) nel 1983. L'omicidio fu eseguito anche con la collaborazione di esponenti della mafia siciliana e della 'banda della Magliana' per una vendetta trasversale, al fine di colpire l'attività del fratello magistrato, Ferdinando Imposimato, all'epoca dei fatti giudice istruttore a Roma.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©