Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Discordanze tra le dichiarazioni fornite dalle due ai Pm

Caso Brenda, il confronto tra Barbara e Claudia


Caso Brenda, il confronto tra Barbara e Claudia
02/12/2009, 21:12

Dopo l'arresto di China, le tre ore di interrogatorio e il nuovo foglio di via che impone l'abbandono dell'Italia entro 5 giorni, spuntano i nomi di altre due trans all'interno dell'inchiesta aperta sulla morte di Brenda.
Questa volta, i pm, interrogheranno Barbara e Claudia. Entrambe abitano vicino all'appartamento di via Due Ponti all'interno del quale è morta d'asfissia Brenda. I dubbi degli inquirenti riguardano una non trascurabile discrepanza tra le dichiarazioni fornite dai due viados durante l'interrogatorio.
L'aspetto più importante riguarda però l'esame dei vestiti che Barbara indossava la sera del presunto omicidio. Secondo i tabultati telefonici, infatti, risulta che quest'ultima avesse telefonato per un taxi alle 3:30 di notte; esattamente mezz'ora prima che divampasse l'incendio nell'appartamento di via Due Ponti. L'intento degli inquirenti è quello di stabilire se, sugli abiti, ci sono residui di fuligine riconducibili all'incendio che ha spezzato la vita di Brenda. Tra la vittima e Barbara c'erano stati già dei dissapori forti nella scorsa estate, con una denuncia per estorsione partita proprio da Barbara nei confronti del viados coinvolto nel caso Marrazzo. Si indaga per capire quanto le crepe generate da quell'episodio potessero bastare a giustificare un omicidio o, in alternativa, un silenzio di complicità con gli esecutori del crimine. Per ora, comunque, gli elementi a disposizione di chi indaga in un caso che sembra sempre più torbido ed intricato sono ancora troppo pochi.
Di sicuro, quindi, la risoluzione delle indagini pare abbastanza lontana del tempo ma, in maniera altrettanto certa, si può agevolmente notare quanto la "scappatella" di Marrazzo abbia spostato lo sguardo su un intero "universo parallelo". L'universo borderline dei viados di Roma...un mondo che ha trovato spazio addirittura nei salotti delle prime serate targate Rai Uno. Un mondo del quale nessuno (o quasi) parlava e che potrebbe rivelarsi così denso di particolari inconfessabili da giustificare più di un'uccisione.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©