Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Lavitola è stato latitante dal 14 ottobre a sei mesi fa

Caso Lavitola, il riesame rinvia udienza per corruzione


Caso Lavitola, il riesame rinvia udienza per corruzione
11/09/2012, 18:02

NAPOLI - Il tribunale del Riesame di Napoli ha rinviato a lunedì 24 settembre la discussione sul caso di Valter Lavitola. L’affarista ed ex direttore del quotidiano “L'Avanti” è in carcere per una serie di reati tra i quali la corruzione internazionale. E proprio su questo capo d'accusa la corte di Cassazione ha annullato ad agosto l’ordinanza di custodia cautelare per le presunte tangenti versate a esponenti politici di Panama. La Suprema corte, che ha accolto al riguardo la tesi dell’avvocato Gaetano Balice, ha rinviato gli atti al tribunale del Riesame partenopeo che per la complessità del caso ha rinviato la trattazione a fine settembre. Valter Lavitola è stato latitante in Sudamerica dal 14 ottobre 2011 fino a sei mesi fa. Per lui le accuse di associazione per delinquere legata ai fondi per l’editoria, poi, appunto la questione della corruzione internazionale, con riferimento a mazzette che sarebbero state incassate dal presidente di Panama Ricardo Martinelli, dal ministro della giustizia e ad altri esponenti del governo e la tentata estorsione al premier Silvio Berlusconi.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©