Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

L’ex tesoriere ha sottratto altro denaro illecitamente?

Caso Lusi: spuntano altri 20 mln sospetti

Nuova somma uscita dalle casse della Margherita

Caso Lusi: spuntano altri 20 mln sospetti
20/02/2012, 17:02

ROMA – Si allarga il braccio d’azione della Procura di Roma sul caso Lusi. Ai 13 milioni di euro, già oggetto di inchiesta e per i quali l’ex tesoriere della Margherita è indagato per appropriazione indebita, se ne aggiungono altri 20 milioni. Si tratta di soldi usciti dalle casse della Margherita: una cospicua somma di denaro, finita sotto la lente di ingrandimento degli investigatori, che intendono accertare a chi siano stati destinati questi soldi sospetti.
Questo nuovo dato è emerso dopo aver effettuato i primi controlli sui 60 milioni di euro movimentati, tra il 2007 e il 2011, nei conti correnti della Margherita. I 20 milioni di euro in questione sarebbero una parte di questa somma complessiva, ma avrebbero destinatari di non facile identificazione. Per questo gli investigatori intendono stabilire se il senatore Lusi abbia prelevato indebitamente altre somme di denaro, oltre a quelle di cui si è già a conoscenza, e in caso di risultato positivo, capire in quale maniera queste somme siano state impiegate. Non si esclude l’ipotesi che l’ex tesoriere abbia sottratto anche questi altri soldi per destinarli all’acquisto di ulteriori immobili.
Intanto, la Guardia di Finanza ha eseguito il provvedimento di sequestro preventivo, firmato venerdì scorso dal gip Simonetta D’Alessandro: sono state così congelate le quote della “TTT srl” e della “Paradiso Immobiliare”, riconducibili a Lusi e titolari, rispettivamente, dell’appartamento da 1,9 milioni nel centro di Roma, in via Monserrato e di una villa a Genzano del valore di circa 3 milioni.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©

Correlati