Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'avvocato di Burtone ha due testimoni chiave

Caso Maricica, la difesa ha un video:"Cosciente dopo il pugno"


Caso Maricica, la difesa ha un video:'Cosciente dopo il pugno'
09/11/2010, 19:11

Maricica Hahaianu, l'infermiera colpita con un pugno nella stazione della metropolitana Agnanina, a Roma, e poi deceduta in seguito al trauma riportato, forse poteva salvarsi. E' la nuova tesi avanzata, con supporto video e due testimoni chiave, dal legale di Alessio Burtone; l'uomo che ha sferrato il gancio letale alla donna.
Secondo l'avvocato della difesa Fabrizio Gallo, un video dimostrerebbe infatti che Maricica è stata cosciente ed in grado di rispondere agli stimoli esterni per molti minuti prima di perdere conoscenza:"In quel filmato - sostiene infatti il legale - c'è la prova che Maricica muoveva braccia e gambe e che ascoltava quel che le veniva detto. Forse se non avesse aspettato tanto l'arrivo dei soccorsi avrebbe potuto salvarsi". Secondo la ricostruzione presentata da Gallo al tribunale del Riesame di Roma, quindi "Maricica Hahaianu attese per 40 minuti l'arrivo dell'ambulanza e per oltre 20 minuti nessuno dei rappresentanti delle forze dell'ordine presenti fece nulla per aiutarla".
Ci sarebbero poi due testimoni pronti a raccontare una versione sin'ora inedita: la donna avrebbe infatti aggredito per prima Burtone; sferrandogli due schiaffi e definendolo "porco italiano". Il penalista, ha inoltre fatto già sapere che, per uno dei due testimoni oculari,  "ho fatto richiesta affinché venga sentito dal gip, in incidente probatorio".
E proprio sull'incidente probatorio, è quasi certo che il gip si pronuncerà entro il fine settimana. Per il resto, il tribunale dovrà esprimersi in merito alla richiesta di scarcerazione con conseguenti arresti domiciliari presentata dalla difesa di Burtone.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©