Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Reputato diffamatorio il servizio sui calzini del magistrato

Caso Mesiano: due mesi di sospensione anche per la Spinoso


Caso Mesiano: due mesi di sospensione anche per la Spinoso
15/03/2010, 19:03

MILANO - La vicenda del pedinamento del giudice Raimondo Maesiano la conoscono un po' tutti. Così come, un po' tutti, conoscono i motivi di quell'impietoso e decisamente patetico servizio ideato da Claudio Brachino e grottescamente presentato dalla giornalista Annalisa Spinoso.
Accecati dalla voglia di compiacere il proprio datore di lavoro (e quindi di stipendio) Silvio Berlusconi, Brachino e Spinoso avevano partorito una sorta di "reportage"  che tentava (goffamente e grottescamente) di dileggiare il magistrato; "colpevole" di aver condannato la Fininvest ad un risarcimento danni di 750 milioni di euro. Lo stesso Brachino, dopo aver presentato nel corso di "Mattino 5" il servizio che definiva con aria sbeffeggiatoria "a dir poco stravagante" il colore turchese dei calzini di Mesiano, formulò delle scuse pubbliche per il pessimo esempio di giornalismo fornito.
Chiusa nel silenzio, invece, rimase la Spinoso; letteralmente subissata di mail cariche di insulti e dileggi. Il "caso" è stato esaminato dall'ordine dei giornalisti della Lombardia e, alla fine, sia Brachino che l'autrice del video-servizio sono stati sospesi per due mesi. La motivazione della scelta dell'Odg è inequivocabile. Il video mandato in onda lo scorso 15 ottobre, infatti:"ha prodotto un effetto diffamatorio nel suo insinuare presunte stravaganze e stranezze del personaggio, fino a sfiorare il vero e proprio dileggio".
Contro il dileggio dei calzini turchesi e la reiterata violazione della privacy del magistrato protestò praticamente tutta l'Italia e addirittura la redazione del Tg5 si rivoltò contro Brachino. A tal riguardo l'Ordine ha valuto che, il video, fu a suo tempo realizzato asclusivamente :"al fine di screditare la reputazione del protagonista del video e delegittimare agli occhi dell'opinione pubblica la sentenza da lui emessa in precedenza nei confronti di Fininvest".
Anche l'odg della Sicilia (al quale è iscritta la giornalista coautrice del "fattaccio") si è trovato in pieno accordo con quello lombardo ed ha dunque sospeso per 2 mesi la Spinoso; riscontrando la violazione gratuita e plateale dell'articolo 2 della legge professionale.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©