Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scelta la via del compromesso

Caso Mills: la Procura Generale chiede la prescrizione


Caso Mills: la Procura Generale chiede la prescrizione
25/02/2010, 13:02

ROMA - Giornata cruciale oggi, per Silvio Berlusconi. Si discute presso la Corte di Cassazione il ricorso avverso alla sentenza che in appello condannava David Mills a 4 anni e 6 mesi di reclusione, per essersi fatto corrompere nel suo ruolo di testimone in due processi del Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi. Con le sue testimonianze reticenti aveva permesso al Cavaliere di essere assolto per insufficienza di prove e per questo gli erano stati versati 600 mila euro.
Ma la Procura Generale della Corte di Cassazione si è dimostrata sensibile all'enorme pressing esercitato dal governo, attraverso la minacciata attuazione del provvedimento del "processo breve", che impedirebbe alla magistratura di funzionare per anni; di conseguenza ha scelto di chiedere la prescrizione del reato, considerando - al contrario di quanto avevano determinato i giudici di primo e di secondo grado - che la data del commesso reato è quella della falsa testimonianza e non quella in cui ha ricevuto i soldi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©