Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Torna in libertà Karim Sadeh: quella sera stava chattando

Caso Oliva, Facebook scagiona uno dei presunti killer

Resta dentro invece Diego Furlan

.

Caso Oliva, Facebook scagiona uno dei presunti killer
25/07/2011, 13:07

NAPOLI - Torna libero Karim Sadeh, accusato di aver ucciso il 19 enne Cristofer Oliva, scomparso il 17 novembre del 2009. Per il pm della procura minorile il quadro indiziario (sequestro di persona, omicidio, occultamento di cadavere) diventa via via sempre meno resistente tanto da spingerlo a rivedere il prolungamento dei termini cautelari che avrebbero trattenuto l’indagato agli arresti domiciliari almeno fino al prossimo 30 settembre. A dare una svolta alle indagini è stato il controllo effettuato sulle conversazioni che Karim avrebbe svolto via chat la sera del sette novembre 2009. Ma andiamo per ordine. Era un martedì sera: Cristofer esce di casa alle 20.30 per un appuntamento con Diego Furlan (l’altro indagato che resta invece detenuto). Per gli inquirenti l’appuntamento è una trappola. Tra gli amici si erano venuti a creare dei malumori non più gestibili sia a causa della gestione di una piantagione di canapa, un commercio abbastanza redditizio per ragazzi non inseriti in contesti criminali, sia per delle gelosie nate per delle ragazze contese.
Alle 20.35 il giovane già non era più sotto casa e da quel momento nulla più si sa di Cristofer. Oggi, dopo quasi due anni dalla scomparsa del 19enne, delle perizie sulla una chat frequentata da Karim rimette in gioco altre carte. Risulta che l’indagato quella sera è stato al telefono fino alle 20.23, poi
si è collegato al social netwoork Facebook alle 20.38, poi alle 20.49 ed infine alle 20.59. Successivamente è stato contattato telefonicamente dalla fidanzata alle 21.40. Una seconda perizia, prodotta dalla difesa, riguarda il tempo necessario a raggiungere casa di Cristofer: ci vogliono 24 minuti per andare e tornare, resterebbero poi 13-14 minuti per svolgere un ruolo nella scomparsa dell’amico. Troppo poco per gli inquirenti considerando come si svolto l’omicidio. Per il momento, dunque, Karim torna libero.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©