Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Mostrato l'asso nella manica, negare è più difficile

Caso Ruby: la Procura ha i bonifici del Cavaliere per la Minetti

Si tratta di decine di migliaia di euro

Caso Ruby: la Procura ha i bonifici del Cavaliere per la Minetti
31/01/2011, 09:01

MILANO - Anche se l'interrogatorio di Nicole Minetti, fatto ieri a sorpresa dalla Procura di Milano per sviare la stampa, è stato segretato, qualche particolare è uscito fuori. Per esempio che la Procura avrebbe individuato una serie di bonifici fatti direttamente dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a Nicole MInetti. Bonifici che non sembrano avere alcuna motivazione diversa da quella di una ricompensa. Infatti non si tratta di soldi passati attraverso il ragionier Spinelli, contabile del premier, come quelli che la Minetti usava per pagare gli affitti e le bollette degli appartamenti affittati in via dell'Olgettina, dove stavano Marysthell Gracia Polanco e altre ragazze ospiti abituali dei festini a luci rosse che si tenevano ad Arcore. SI tratta di soldi pagati direttamente alla consigliera regionale, soldi che l'hanno messa ancora più in difficoltà nella propria linea difensiva.
Ma dalle intercettazioni risulta anche che la Minetti aveva bisogno di questi soldi. I 10 mila euro al mese che prendeva come consigliera regionale non le bastavano, come dimostra una telefonata ad una amica, in cui dice che ha il conto in banca in rosso perchè ha prestato 35 mila euro alla sorella. O un'altra dove pianifica di andare da Berlusconi, presentargli due progetti ("a cazzo", dice letteralmente) da realizzare e farseli finanziare da lui, per poi intascare i soldi. Insomma, un premier sempre più bancomat per queste ragazze che miravano solo ed esclusivamente ad intascare più soldi possibile

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©