Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le due donne "privarono la ragazza della libertà personale"

Caso Scazzi, chiuse indagini: Cosima e Sabrina colpevoli

Lo zio Michele operò la soppressione del cadavere

Caso Scazzi, chiuse indagini: Cosima e Sabrina colpevoli
01/07/2011, 18:07

TARANTO - Furono zia Cosima Serrano e la cugina Sabrina Misseri ad uccidere Sarah Scazzi. Lo zio Michele operò la soppressione del cadavere e tentò di distruggere gli effetti personali della vittima. Negli avvisi di conclusione delle indagini, fatte notificare dalla Procura di Taranto ai 15 indagati,  secondo l'accusa Cosima Serrano e Sabrina Misseri "privarono della libertà personale Sarah Scazzi, costringendola dopo averla strattonata ed afferrata per i capelli e comunque con tono minaccioso a salire sull'autovettura della Serrano, conducendola verso la loro abitazione contro la volontà della minore, di cui cagionavano la morte a mezzo di una cinghia". Il fioraio Giovanni Buccolieri, 40 anni, che figura tra gli indagati, aveva parlato del sequestro di Sarah da parte di Cosima Serrano e Sabrina Misseri. Nell'autunno scorso Buccolieri raccontò ad amici e collaboratori di aver visto le due donne sequestrare Sarah. Ma l'uomo è accusato di false dichiarazioni al pm, perchè il 9 aprile scorso dichiarò di aver assistito al sequestro soltanto in sogno. La responsabilità nell'omicidio di Sarah attribuita a Cosima e Sabrina è specificata nell'avviso di conclusione delle indagini preliminari che i carabinieri hanno notificato ai 15 indagati dell'inchiesta.  

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©