Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Lo farò se mia figlia e mia moglie non escono di prigione"

Caso Scazzi, Misseri minaccia il suicidio


Caso Scazzi, Misseri minaccia il suicidio
08/01/2012, 19:01

ROMA – “Se Sabrina e Cosima non escono di prigione io la faccio finita, mi butto in un pozzo, poi vediamo se riescono a trovarmi”: lo ha detto Michele Misseri in un collegamento telefonico a Tgcom24, riaffermando di essere l’unico responsabile dell’omicidio della nipote Sarah Scazzi.
“Nessuno mi vuole credere. Però l’ho detto cosa farò: io quando parlo di Sarah e dico che mi faccio giustizia da solo, dico che la faccio finita. Poi voglio vedere se riescono a trovarmi”.
“Nella mia vita sono stato sempre bravo - ha poi aggiunto - quello era un periodo particolare”. “Quella mattina - ha affermato ricordando il giorno del delitto - ero nervoso: mia moglie non mi cucinava più, Sabrina mi cucinava ma sembrava seccata, dormivo sulla sdraio, il trattore non partiva. Poi è arrivata Sarah e io ero nervoso, quindi ho fatto una cosa brutta”.
“Martedì - ha concluso riferendosi all’ imminente inizio del processo - guarderò Cosima e Sabrina ma so che loro non mi guarderanno. Saranno piene di odio. Perché loro mi odiano per quello che ho fatto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©