Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Minacciati deputati contro Vannoni

Caso stamina, Nas lancia l’allarme: “Altri casi simili”


Caso stamina, Nas lancia l’allarme: “Altri casi simili”
29/01/2014, 18:36

 “Sono in corso accertamenti amministrativi che potrebbero evolvere in atti di polizia giudiziaria su altri casi di infusioni di cellule staminali al di fuori delle regole con gravi rischi per la salute. Potremmo avere a breve casi di Stamina 2, 3 o 4". A lanciare l’allarme è il comandante dei Nas, Cosimo Piccinno, nel corso di un suo intervento in commissione Sanità.
Ma non è tutto. Nel corso della stessa audizione, ad aggiungere ulteriori dubbi al già criticato metodo stamina ci pensa il direttore dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Luca Pani, che dice: "Sospettiamo che la deregolamentazione sulle cellule staminali possa aver prodotto altri fenomeni del genere, non solo Stamina".
Secondo il comandante Piccinno, inoltre, "in sede di approvazione del decreto Balduzzi sono circolati messaggi di propaganda e minacce verso coloro che avrebbero potuto votare contro gli emendamenti finalizzati alla prosecuzione dei trattamenti con metodo Stamina".
Il comandante dei Nas ha dunque specificato: "Da rappresentanti del "Movimento vite sospese, che fa capo a Stamina, sono giunti messaggi di minaccia via e-mail ai deputati. La deputata Silvia Giordano riceve e-mail di minaccia di cittadini pro-Stamina". Questo, "è stato segnalato all'autorità giudiziaria", ha aggiunto infine il comandante dei Nas. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©