Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Casoria, carabinieri sequestrano 500 chilogrammi di “botti” illegali: un arresto


Casoria, carabinieri sequestrano 500 chilogrammi di “botti” illegali: un arresto
29/12/2011, 09:12

I carabinieri dell’aliquota operativa di casoria nell’ambito dei servizi predisposti per contrastare i reati inerenti la fabbricazione, detenzione e vendita di fuochi pirotecnici e di materiale esplosivo di tipo illegale, hanno tratto in arresto C.P., 60 anni, residente a sant’arpino (ce) in via guarino, già noto alle forze dell'ordine, sorpreso in possesso nel corso di perquisizione della sua cantina di: 237 ordigni esplosivi artigianali del peso complessivo di 350 chilogrammi; 30 chilogrammi di miscela esplosiva artigianale, la cosiddetta “mistura; 35 chilogrammi di clorato di potassio; 15 chilogrammi di zolfo in polvere; 4 chilogrammi di colori pirotecnici; 5 chilogrammi di micce cotte; 700 grammi di polvere per fumogeni; 8 batterie pirotecniche da 19, 30, 50 e 200 colpi appartenenti alla iv e v categoria; 2.500 tubetti di polvere pressata per la costruzione di artifizi pirotecnici; 24 confezioni di “pirastar” appartenenti alla iv categoria. sul posto, un vero e proprio laboratorio artigianale per la costruzione di ordigni esplosivi, sono stati fatti intervenire gli artificieri antisabotaggio del comando provinciale di napoli che hanno classificato il materiale sequestrandolo per la successiva distruzione. i militari dell’arma hanno anche accertato che il 60enne deteneva il materiale esplodente classificato e le varie polveri senza alcuna delle autorizzazioni necessarie e in condizioni non conformi a quelle previste per la costruzione o il deposito di simili materiali, mettendo a rischio l’incolumità delle famiglie abitanti nel palazzo. l'arrestato e’ stato tradotto nella casa circondariale di s. maria capua vetere (ce).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©