Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

L'attaccante del Milan risponde così a Cecchi Paone

Cassano e i gay: “Spero non ce ne siano in Nazionale”


Cassano e i gay: “Spero non ce ne siano in Nazionale”
12/06/2012, 17:06

POLONIA – Che Cassano non sia di mezze parole non è una novità. L’attaccante rossonero, nonostante abbia abituato tutti ai suo modi di fare, stupisce sempre. E ci è riuscito anche questa volta, commentando una dichiarazione del conduttore tv, Alessandro Cecchi Paone, il quale si era detto sicuro della presenza di almeno due gay e un bisessuale nella squadra allenata da Cesare Prandelli. “Froci in nazionale? Mi auguro non ce ne siano. Comunque, problemi loro non mi riguarda”, ha risposto Cassano. Insomma non sceglie certo la via diplomatica il calciatore, che sa cosa potrebbe accadere se andasse oltre: Se dico quello che penso sai che cosa viene fuori. Sono froci, problemi loro, mi auguro che non ci siano veramente in nazionale. Se lo ha detto Cecchi Paone che c'è stato…”.
Torna ad essere serio, poi, Cassano, quando alcuni giornalisti in conferenza stampa gli ricordano il duro percorso in questa stagione: “Non pensavo di fare l'Europeo, me lo son detto tante volte: sono stato fortunato, ho avuto una grazia, ma oltre a giocare, voglio fare il protagonista” E ricordando i propri sacrifici, il pensiero del giocatore del Milan va ad un suo “collega” sfortunato Giuseppe Rossi: Mi dispiace non averlo qui, è uno dei giocatori fondamentali” .
Cassano parla anche di Balotelli e Di Natale: “Ho un buon rapporto con lui, dentro è fuori dal campo. Non abbiamo mai giocato insieme, ma possiamo fare bene. Quanto a Di Natale, io lo chiamo cecchino: gli dai mezza palla e fa gol”.
L’attaccante della Nazionale Italiana torna polemico quando si parla del mercato del Milan: "Ceduto Thiago Silva? E' insostituibile, senza di lui perdiamo il 50 per cento della squadra. Ora bisognerà essere chiari su quali sono gli obiettivi: senza di lui possiamo puntare alla Champions, ma non altro. La società ragionerà sul fatto che entrano molti soldini, ma dobbiamo essere chiari".

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©