Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ridotta la pena a Tanzi e Tonna per prescrizione

Cassazione: confermate le condanne del crac Parmalat


Cassazione: confermate le condanne del crac Parmalat
07/03/2014, 19:03

ROMA - La Corte di Cassazione ha confermato in toto le pene inflitte in secondo grado dalla Corte d'Appello di Bologna per il crac della Parmalat: un crac da 14 miliardi di euro, che ha truffato 38 mila risparmiatori. 

Ridotta la pena ai tre imputati principali, perchè nel frattempo l'associazione a delinquere è andata in prescrizione. E quindi Tanzi è condannato a 17 anni e 5 mesi (anzichè 17 anni e 10 mesi), Fausto Tonna è condannato a 9 anni 7 mesi e 20 giorni (anzichè 9 anni 11 mesi e 20 giorni) e Luciano Siligrandi condannato a 6 anni (anzichè 6 anni e 3 mesi). Gli altri condannati sono Giovanni Tanzi, fratello di Calisto, a 10 anni e 6 mesi; Domenico Barili a 7 anni e 8 mesi; Giovanni Bonici a 4 anni e 10 mesi; Fabio Branci a 4 anni 10 mesi e 10 giorni; Rosario Calogero a 4 anni e 7 mesi; Sergio Erede ad 1 anno; Camillo Florini a 4 anni e 1 mese; Paolo Sciumè a 5 anni e 3 mesi; Mario Mutti a 3 anni e 6 mesi; Enrico Baracchini a 4 anni di reclusione. 

Inoltre tutti gli imputati sono stati condannati a pagare le spese processuali e a risarcire le parti civili.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©