Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La tensione tra genitori e figli diventa insostenibile

Cassazione: fuori da casa i "bamboccioni"


Cassazione: fuori da casa i 'bamboccioni'
30/04/2010, 14:04

ROMA - Continuano ad aumentare i casi di genitori anziani che ottengono dal Tribunale - spesso dovendo arrivare alla Corte di Cassazione - una sentenza che, in base all'articolo 342 bis del Codice Civile, li autorizza di mandare via di casa i figli "bamboccioni". Per esempio c'è il caso di una ragazza di 38 anni, con un lavoro part-time, che è stata cacciata di casa con una sentenza della Cassazione, a causa della tensione che si era creata con i genitori e che si manifestava con continue liti.
Perchè c'è anche questo aspetto, che si sta diffondendo sempre più: il fatto che c'è sempre meno possibilità di trovare lavori a tempo indeterminato, spinge le persone a non sposarsi tanto presto e a non prendere casa, dato che con un lavoro con contratto a tempo determinato non si può sapere se si avranno abbastanza soldi da manutenerla. D'altronde, stando in casa, la vita diventa in breve infernale, perchè da una parte il giovane vorrebbe una libertà che non può avere senza un lavoro sicuro; dall'altra sono i genitori che vorrebbero avere la sicurezza per i loro figli e vederlo in casa non li rende certo felici. Questo crea una tensione che prima o poi esplode, ed a volte esplode con episodi di violenza, come dimostrano altri processi sivili fatti a norma dell'articolo 342 bis.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©