Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Richiesta anomala al terzo grado di processo

Cassazione: il Pg chiede prescrizione per Cuffaro

"Non c'è l'associazione di stampo mafioso"

Cassazione: il Pg chiede prescrizione per Cuffaro
21/01/2011, 14:01

ROMA - Per il sostituto Procuratore Generale della Cassazione, Giovanni Galati, Salvatore Cuffaro se ne può andare a casa. Nella sua requisitoria il Pg ha chiesto che il processo torni presso la Corte d'Appello perchè non venga ravvisata l'aggravante mafiosa e quindi venga ricalcolata la pena. Di fatto la richiesta, se venisse accolta, significherebbe la chiusura del processo contro il senatore dell'Udc con un nulla di fatto. Infatti, senza l'aggravante mafiosa, i reati di rivelazione di segreto d'ufficio sarebbero prescritti; idem per i reati di favoreggiamento semplice nei contronti di Guttadauro e Miceli, che risalgono al 2001. Resterebbe in piedi solo il procedimento per il favoreggiamento semplice di Michele Aiello, manager della sanità palermitana e brestanome del boss Bernardo Provenzano. Ma è un reato la cui prescrizione scade in aprile e quindi manca il tempo affinchè la Corte d'Appello se ne occupi prima che i termini spirino.
La sentenza è attesa per oggi o domani al massimo, dato che nel processo ci sono anche un'altra decina di persone, oltre a Cuffaro, tra cui lo stesso Aiello.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©