Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ci sono però dei paletti che vanno rispettati

Cassazione: illeggittime parte delle cartelle di Equitalia


Cassazione: illeggittime parte delle cartelle di Equitalia
22/03/2012, 09:03

ROMA - La Corte di Cassazione è intervenuta nuovamente su un ricorso relativo alle cartelle esattoriali di Equitalia. Ma questa volta ha definito meglio i suoi precedenti interventi, precisando le caratteristiche che devono avere le cartelle per non essere considerate nulle. In particolare esse devono contenere un resoconto preciso degli interessi, base imponibile anno per anno e interesse. Non basta mettere il computo complessivo degli interessi, ma è indispensabile mettere un elenco analitico. E non è sufficiente dire che gli interessi sono stati calcolati secondo la legge del 1973 che regola la materia. Questa condizione vale sempre, anche quando la cartella è frutto di un accertamento già concluso.
La seconda condizione è che deve essere sempre espresso il nome e la firma del funzionario addetto alla pratica; insomma sono proibite le cosiddette cartelle mute.
Queste limitazioni valgono però solo per le cartelle notificate dopo il giugno 2008. E, se non sono rispettati questi due criteri (oltre agli altri previsti dalla legge) la cartella è da considerarsi nulla. Destino che, secondo alcuni, potrebbe riguardare gran parte delle cartelle notificate negli ultimi 3 anni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©