Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Respinto ogni ricorso dalla Suprema Corte

Cassazione: l'insegnante che molesta le alunne va licenziato


Cassazione: l'insegnante che molesta le alunne va licenziato
26/05/2010, 16:05

ROMA - Il professore che molesta le alunne, che fa allusioni pesanti e così via, merita di essere licenziato. E' senza tentennamenti la sentenza della Corte di Cassazione, sezione lavoro, nel respingere il ricorso di un insegnante, che, appunto, aveva perso il posto. Questo insegnante, professore di Diritto ed economia in un liceo di Matera, era stato licenziato a causa delle numerose segnalazioni fatte dalle alunne alla preside, su comportamenti "sconci e dall'inequivoco contenuto sessuale", come dice la sentenza. Termine asettico per dire che l'insegnante era solito fare allusioni sessuali alle ragazze e arrivava a palpare le alunne, in certi casi. Le ragazze parlarono con la preside, che attivò la magistratura; tanto è vero che il professore fu anche sottoposto a procedimento penale, patteggiando la pena. Oltre a questa sentenza, ci fu il provvedimento disciplinare del licenziamento; provvedimento contro cui l'insegnante ha fatto ricorso, giungendo sino in Cassazione. Ma in tutti i gradi di giudizio il ricorso è stato respinto; ed anche la cassazione non ha fatto eccezione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©