Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sentenza molto contestata dalla Adiconsum

Cassazione: multe autovelox valide anche senza foto


Cassazione: multe autovelox valide anche senza foto
17/11/2011, 10:11

ROMA - Quella presa dalla Corte di Cassazione è una decisione destinata a far discutere: le multe prese con l'autovelox sono valide, anche se non c'è la foto. Basta che ci sia un poliziotto che possa immediatamente registrate i dati riportati dallo strumento e trasferirli su un verbale di multe.
La sentenza è stata presa sulla vicenda di un automobilista di Massa, che aveva avuto ragione nel suo ricorso in primo e in secondo grado, che era stato multato dalla Polizia che aveva semplicemente scritto sul verbale che lui aveva superato i limiti di velocità consentiti e che l'aveva appurato tramite autovelox. Insomma, per l'ennesima volta viene stabilito un assurdo della nostra legge: la parola di un individuo non conta se è un individuo qualunque; assume valore di prova - valida quindi finchè non si dimostra il contrario - se il cittadino in questione ha una divisa da poliziotto, da finanziere, da carabiniere o da Vigile urbano.
Sulla vicenda l'Adiconsum ha protestato, facendo notare, in una nota, come in questo periodo i Comuni - che hanno quasi sempre i bilanci in rosso - stiano tartassando gli automobilisti per equilibrare i loro bilanci. E una sentenza del genere potrebbe spingere a comportamenti meno che legali. Una paura non ingiustificata, se si pensa alle tante indagini in corso sui Comuni che hanno usato - consapevolmente o meno - autovelox mal tarati per ottenere multe.
Ma c'è un problema ancora più grave: che garanzie ci sono che un verbale sia vero? Un poliziotto può anche dire una cosa non vera. Per esempio, può sbagliarsi a segnare la targa, segnare un 5 al posto di un 3, per esempio. E a quel punto c'è una persona che si becca una mega multa e che non può dire nulla, perchè non ha una divisa addosso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©