Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

I quesiti sono stati presentati in periodo elettorale

Cassazione: no ai referendum di Di Pietro, Sel e Verdi


Cassazione: no ai referendum di Di Pietro, Sel e Verdi
12/11/2013, 17:15

ROMA - La Corte di Cassazione ha detto di no ai referendum presentati dall'Italia dei Valori, da Sel e dai Verdi. Si tratta di un referendum che chiedeva di abrogare l'articolo 8 del decreto legge 138/11, che stabilisce che il contratto nazionale di lavoro vale per tutti (si tratta di una delle modifiche introdotte dalla Fornero in nome di una maggiore flessibilità del mondo del lavoro); e un secondo referendum che aboliva la somma di 3000 euro che ciascun parlamentare incassa per vivere a Roma. 
Si tratta di due referendum che sono stati annullati perchè la raccolta firme è iniziata rispettivamente il 7 e il 9 gennaio, cioè nei 6 mesi precedenti le elezioni.
Invece è stato accolto il referendum, presentato da 9 consigli regionali, che abolisce la legge con cui è stata decisa la chiusura di numerosi piccoli tribunali.
Adesso toccherà alla Corte Costituzionale, nella prima udienza del 2014, a dire se il quesito è costituzionalmente valido. Se verrà giudicato tale, tra aprile e giugno 2014 gli italiani verranno chiamati a votare il referendum. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©