Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CASSAZIONE: NO AL DIFFERIMENTO PENA PER CONTRADA


CASSAZIONE: NO AL DIFFERIMENTO PENA PER CONTRADA
08/10/2008, 12:10

Dopo avergli negato la possibilità della revisione del processo, con la sentenza emessa ieri, oggi la Corte di Cassazione è chiamata a decidere se concedere a Bruno Contrada la possibilità del differimento di pena di un anno per motivi di salute, così come chiesto dall'Avvocato difensore. Il Procuratore Generale ha espresso in aula parere negativo, ricordando come le condizioni di salute, pur non essendo ottimali, considerata l'età dell'imputato, non sono ostative alla permanenza agli arresti domiciliari.

Ricordiamo che la Cassazione, negli ultimi 4 mesi, ha concesso a Contrada prima gli arresti domiciliari a casa della sorella a Napoli, poi quellinella sua casa di Palermo; inoltre - rispondendo ad un ricorso della Difesa - ha negato che le condizioni di salute dell'ex capo del SISDE siano tale da essere incompatibili col regime carcerario leggero a cui è sottoposto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©