Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CASSAZIONE: NON PUO' ESSERE LICENZIATO CHI ESPONE LA BANDIERA DELLA PACE


CASSAZIONE: NON PUO' ESSERE LICENZIATO CHI ESPONE LA BANDIERA DELLA PACE
15/12/2008, 16:12

Stefano M.. dipendente dello stabilimento FIAT di Termoli e dirigente del sindacato SLAI-COBAS, nel 2003 aveva appeso all'ingresso del reparto dove lavorava la bandiera della pace, per protestare contro l'invio di soldati italiani in Iraq. Il responsabile della sicurezza e quello delle relazioni sindacali gli avevano ingiunto di rimuoverla; lui si era rifiutato ed in conseguenza di questo la società torinese lo aveva rimosso dal suo posto di lavoro. Stefano si era opposto al provvedimento, il giudice del Lavoro gli aveva dato ragione, così come la Corte d'Appello a cui la FIAT si era appellata. La questione è finita davanti alla Corte di Cassazione che ha sentenziato che il provvedimento di licenziamento per questo episodio appare sproporzionato, perchè sembra che la società torinese abbia usato questo pretesto per togliere dalla società un sindacalista ingombrante.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©