Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CASSAZIONE: NON SI PUO' ARRESTARE CHI VENDE CD O DVD FALSI


CASSAZIONE: NON SI PUO' ARRESTARE CHI VENDE CD O DVD FALSI
22/04/2008, 14:04

Importante sentenza della Cassazione che, a proposito dell'avvenuto arresto di un extracomunitario mentre vendeva 238 CD senza contrassegno SIAE sulla spiaggia di Taormina, ha sentenziato che  ''la violazione dell'obbligo di comunicare alla Commissione ogni istituzione del contrassegno Siae per supporti di ogni tipo (cartaceo, magnetico, plastico) e di ogni contenuto (musicale, letterario, cinematografico), rende inapplicabile contro i privati l'obbligo del contrassegno stesso''.

L'importanza sta nel fatto che la sentenza recepisce una direttiva della Commissione Europea che sancisce la non punibilità del privato che non rispetta gli obblighi relativi al diritto d'autore a condizione che non ci sia un fine di lucro. In pratica, si va nella direzione opposta a quella manifestata dal decreto Urbani nel 2004, che sanziona abbastanza pesantemente chi scambia prodotti privi di marchio SIAE, anche quando è fatto per uso personale.

E dopo questa sentenza, chi le sente le major che ci impongono i 25-30 e più euro a CD? Vedranno rosso, immagino.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©