Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CASSAZIONE: NON TOCCARE CAVIGLIE DONNE, RISCHIO VIOLENZA SESSUALE


CASSAZIONE: NON TOCCARE CAVIGLIE DONNE, RISCHIO VIOLENZA SESSUALE
03/07/2008, 15:07

Mai toccare le caviglie di una donna, senza espressa richiesta dell'interessata. Più o meno è questo che ha sottolineato la Corte di Cassazione. Allungare le mani sui polpacci femminili, dicono i giudici, potrebbe costar caro, fino a una condanna per violenza sessuale. Toccare le caviglie rappresenta "un chiaro approccio sessuale, prodromico a più approfonditi contatti fisici - stabilisce la Suprema Corte - laddove la donna venga sorpresa con "insidiosa rapidità".

Secondo questo principio la III sezione penale (sentenza 26766) ha confermato la condanna ad 8 mesi di reclusione per tentata violenza sessuale nei confronti di un 36enne di Monza, Pietro Fabio P., colpevole di aver seguito Maria C. di 25 anni per un tratto di strada fino alla porta di casa del fidanzato e raggiuntala "l'aveva afferrata per i polpacci intimandole di stare zitta".
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©