Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo è un 55enne torinese

Cassazione: padre vuole controllare verginità della figlia, processato per stupro


Cassazione: padre vuole controllare verginità della figlia, processato per stupro
07/05/2010, 14:05

ROMA - Aveva toccato la figlia nelle parti intime, per verificare se fosse vergine; per questo era stato denunciato per violenza privata, ed era stato condannato in primo e in secondo grado alla pena di 8 mesi di reclusione. Ma la Corte di Cassazione ha annullato la sentenza con rinvio al Tribunale di primo grado, disponendo che l'uomo venga processato per stupro. L'episodio risale ad alcuni anni fa quando un 55enne torinese, indispettito per la vita della figlia, considerata sessualmente troppo disinvolta, decise di verificare di persona se la figlia fosse vergine. Per questo la denudo e le infilò le dita nella vagina. La figlia lo denunciò e l'uomo fu processato per violeza privata; una scelta dei giudici di primo grado non condiviso dai giudici della Suprema Corte.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©