Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Confermata la condanna di secondo grado

Cassazione: saluto romano è reato, se con cori razzisti


Cassazione: saluto romano è reato, se con cori razzisti
18/09/2012, 11:53

ROMA - La Corte di Cassazione ha stabilito che fare il saluto romano è reato, se viene accompagnato da cori razzisti o fascisti. L'ha fatto confermando una sentenza della Corte di Appello di Firenze, che aveva condannato uno dei partecipanti ad una manifestazione di estrema destra tenutasi nel capoluogo fiorentino. 
A dire il vero, questa dimensione del reato mnon è stato contestato dal ricorso in Cassazione, che ha puntato solo sull'individuazione del colpevole del fatto. Infatti, l'imputato dichiarava di non essere stato lui la persona individuata come responsabile del reato, di cui esioste una foto, che mostra però una persona col cappello calato sugli occhi e la sciarpa che copre la bocca. In questa maniera ben poco del suo viso si vede. Ma la Corte d'appello ha stabilito che basta che l'individuazione fosse possibile per chi conosceva la persona, come i poliziotti che sorvegliavano la manifestazione. E questa motivazione è stata confermata anche dalla Cassazione. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©