Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Coppia condannata a 2040 euro di sanzione economica totale

Cassazione: se i bimbi dei vicini disturbano è colpa dei genitori


Cassazione: se i bimbi dei vicini disturbano è colpa dei genitori
22/06/2010, 20:06

ROMA - D'ora in avanti, i genitori che non provvederanno a zittire celermenete i propri pargoli scalmanati e chiassosi, rischiano una condanna per "disturbo al riposo delle persone". Il precedente lo fornisce proprio la Cassazione che, quest'oggi, ha condannato ad un'ammenda di 40 euro ed al pagamento delle spese processuali (pari a 2000 euro) due genitori di Velletri colpevoli, si legge nella sentenza, di non aver impedito ai propri figli di disturbare la sacra quiete dei vicini.
Rumori, schiamazzi e violenti litigi della coppia che abita a in provincia di Roma, avevano infatti procurato le insistenti lamentele degli inquilini che vivono negli appartamenti confinanti a quello occupato dai coniugi chiassosi. Dopo la condanna del tribunale a seguito della denuncia presentata da alcuni vicini, anche i giudici della Cassazione hanno dunque deciso di punire la famiglia di urlatori precisando che "il comportamento tenuto dagli imputati era idoneo ad arrecare disturbo per il riposo e l'occupazione di un numero indeterminato di persone che abitavano nelle case adiacenti ed il reato sussiste purché sussista la capacità del comportamento in se ad arrecare disturbo indipendentemente dal fatto che poi effettivamente più persone si siano lamentate, trattandosi di reato di pericolo contro la tranquillità pubblica".
Insomma: i bimbi chiassosi che amano emettere urla durante le loro attività ludiche non saranno più tollerati e, i genitori di tutta Italia, sono avvertiti. In tempi di crisi, del resto, 2040 euro di sanzione economica (ammenda più spese processuali) non sono proprio pochissimi. Probabilmente, però, il caso esaminato rappresenta un estremo limite e, per il futuro, si spera che vicini insofferenti e giudici severi non costringeranno al silenzio anche i più piccoli...del resto, senza le urla dei gioia dei bimbi, immaginate la tristezza?

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©