Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CASTELLABATE, IL COMUNE CERCA VOLONTARI PER LA PROTEZIONE CIVILE


CASTELLABATE, IL COMUNE CERCA VOLONTARI PER LA PROTEZIONE CIVILE
23/01/2009, 10:01

 

Sono gli "angeli" delle emergenze, la loro missione è custodire il
territorio e proteggere la comunità prestando un'opera di volontariato
unicamente ispirata dalla coscienza civica del dovere della solidarietà. Il Comune di Castellabate, che ha istituito un gruppo comunale volontario di protezione civile fin dal 2002, in questi giorni ha avviato la riorganizzazione del servizio per renderlo sempre più aderente alle necessità del territorio. A questo scopo è stato diffuso un avviso pubblico a firma del sindaco Costabile Maurano che informa i cittadini delle modalità di iscrizione. Possono far parte del gruppo di protezione civile i residenti del Comune di Castellabate maggiorenni. Gli interessati devono compilare i moduli in distribuzione presso la casa comunale di S. Maria, presso l'Urp di piazza Comm. Izzo e presso l'ufficio Anagrafe di Castellabate capoluogo. Le domande vanno presentate entro il 27 febbraio allo sportello protocollo del Comune, con allegati una copia del documento di identità in corso di validità e il certificato medico che attesti l'idoneità al servizio. Scopo del gruppo è quello di prestare un'opera senza fini di lucro o  vantaggi personali nell'ambito della sicurezza dei cittadini, con il compito di vigilare, avvistare e segnalare alle forze di polizia tutti i casi in cui il cittadino si trovi in difficoltà. L'opera dei volontari si è rivelata di fondamentale importanza nelle emergenze degli ultimi anni, dagli incendi agli smottamenti, grazie al ruolo insostituibile assunto dai volontari quali custodi dei territori e forza civile di tutela e protezione delle comunità. Sebbene la loro opera sia assolutamente gratuita, il legislatore ha  provveduto a una specifica tutela: in caso di impiego nelle attività di Protezione civile, infatti, i lavoratori non perdono la giornata che viene rimborsata dallo Stato al datore di lavoro, pubblico e privato.
 

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©