Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Dietro lo spaccio ci sarebbe la mano dei Cesarano

Castellammare: Arrestati tre incensurati per droga


.

Castellammare: Arrestati tre incensurati per droga
17/10/2009, 14:10

Blitz dei carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia contro il traffico di stupefacenti.
Ad essere arrestati tre incensurati residenti nella zona di Ponte Persica, i due cugini omonimi Francesco Inserra e la loro zia Anna Inserra, i militari li hanno fermati all’altezza del casello autostradale della città stabiese a bordo della loro autovettura. Durante la perquisizione nel portabagagli sono stati trovati due scatole che contenevano due paia di mocassini.i carabinieri hanno scoperto che proprio sotto le suole delle scarpe erano nascoste delle dosi di hascisc di circa 12 grammi ciascuna e quindi sono scattate le manette per i tre incensurati.
Durante le indagini gli inquirenti hanno notato che i tre spacciatori in realtà pur non avendo mai commesso un reato sono in realtà imparentati con Antonio e Salvatore Inserra i quali sono diventati importanti reggenti degli affari del clan dei Csarano. Un particolare non di poco conto.
Infatti secondo gli uomini della Benemerita i clan si stanno attrezzando per eludere il controllo delle forze dell’ordine diminuendo l’entità dei carichi di stupefacenti sull’asse Napoli Castellammare utilizzando persone incensurate proprio come gli Inserra.
Inoltre sempre secondo le indagini il clan dei Cesarano sembra che si stia riorganizzando e per finanziarsi è ricorso al trafffico di droga dalla Spagna e dall’Olanda utilizzando la complicità di camionisti che trasportano fiori e ortaggi. Una scelta in controtendenza rispetto alla storica ostilità del clan stabiese a portare lo spaccio di stupefacenti sin all’interno dei quartieri di origine

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©