Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Il 19enne ricercato è stato fermato in un ipermercato

Castellammare, arrestato uno dei killer di Tommasino


.

Castellammare, arrestato uno dei killer di Tommasino
28/10/2009, 13:10


CASTELLAMMARE DI STABIA – Gli agenti del commissariato di Castellammare di Stabia hanno stretto le manette ai polsi di Catello Romano, accusato di aver partecipato all’agguato del consigliere comunale stabiese Luigi Tommasino, ucciso nei mesi scorsi a Castellammare. Il 19enne che lo scorso 14 ottobre era fuggito da una località protetta in Puglia dove si trovava dopo aver annunciato di voler collaborare con le forze dell’ordine, è stato fermato in un centro commerciale a Teverola. Qui aspettava i suoi familiari. Nei giorni scorsi si era rifugiato in Provincia di Torino con l’aiuto di un cugino. La polizia l’aveva già stanato domenica, ma ha aspettato che rientrasse in Campania prima di intervenire, dal momento che la situazione logistica nel piemontese risultava poco favorevole per l’arresto. Dopo la perquisizione a casa del cugino, Romano ha pensato bene di trasferirsi nel Casertano. Da Teverola è partita la telefonata ai familiari. Gli agenti l’hanno bloccato all’interno dell’ipermercato prima che arrivasse la sua famiglia. Adesso per Romano si sono aperte le porte del carcere di Poggioreale. Secondo gli inquirenti il consigliere Tommasino aveva legami con il clan D’Alessandro. Per ciò che concerne il movente dell’omicidio - secondo la polizia - la mancata restituzione al clan della somma di 30 mila euro  sarebbe stata una delle motivazioni, ma non l’unica.     

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©