Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo è ritenuto vicino al clan dei D'Alessandro

Castellammare: socialmente pericoloso, 2 anni di casa lavoro


Castellammare: socialmente pericoloso, 2 anni di casa lavoro
22/07/2010, 17:07

CASTELLAMMARE DI STABIA - E' stato arrestato, nella giornata di ieri, dagli agenti della polizia del commissariato di Castellammare di Stabia, agli ordini del primo dirigente Luigi Petrillo e del vicequestore aggiunto Stefania Grasso, un 31enne residente in città.
Si tratta di Luciano Ferraiuoli, ritenuto dagli inquirenti un affiliato al clan dei D'Alessandro, organizzazione criminale operante sul territorio stabiese.
Il 31enne, era già sorvegliato speciale e con obbligo di firma. Ieri Ferraiuoli è stato raggiunto da un ordine del Tribunale di Torre Annunziata che, adesso, lo obbliga a frequentare per i prossimi due anni una casa di lavoro in quanto il 31enne è stato ritenuto dagli inquirenti socialmente pericoloso.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©