Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ignoti in azione nella notte in rione Scanzano

Castellammare, vandalizzate telecamere videosorveglianza


.

Castellammare, vandalizzate telecamere videosorveglianza
22/12/2009, 09:12

CASTELLAMMARE DI STABIA – La parola “legalità” è un vocabolo di difficile comprensione nel comune di Castellammare di Stabia. Impossibile per le istituzioni controllare la città, incredibile che i cittadini permettano che questo avvenga. E così, nel giro di nove mesi, per la seconda volta viene vandalizzato il circuito di videosorveglianza della città stabiese. Lo scorso mese di marzo, un gruppo di vandali aveva dato fuoco al “pozzetto” che avrebbe dovuto fare da base alla telecamera del Comune. Il fatto accadde nel rione Savorito. Stavolta, invece, è toccato ad un apparecchio situato nel rione Scanzano, in  località Mezzapietra. Il sistema di monitoraggio della telecamera doveva entrare in funzione solo questa mattina, ma, nella notte, un gruppo di teppisti ha pensato bene di metterlo fuori uso prima ancora che fosse installata la telecamera.
“E’ un affronto che non accettiamo- dichiara il sindaco di Castellammare, Salvatore Vozza- Scanzano e Mezzapietra non sono i quartieri della camorra, ma luoghi dove vivono tanti cittadini onesti che hanno il diritto ad avere servizi, vivibilità e sicurezza, come dimostra la stessa implementazione della videosorveglianza in questa zona”.
La telecamera di videosorveglianza doveva essere installata e resa operativa su via Panoramica, all'altezza dell'intersezione con via Rivo San Pietro in località Mezzapietra, area di ingresso al rione Scanzano. È invece, nella notte, l’atto vandalico, compiuto probabilmente con un martello pneumatico con cui ignoti sono riusciti a sradicare un plinto di cemento armato, delle dimensioni 50 X 20 centimetri. Inoltre, gli autori del gesto, hanno anche danneggiato gravemente il marciapiede in cui era stata posta la base di cemento, creato una serie di buche nella strada asfaltata e distrutto un palo della pubblica illuminazione.
Uno sfregio che però non mette paura alle istituzioni pubbliche: "non ci fermiamo nella lotta alla camorra, nè nel lavoro per aumentare la sicurezza nella nostra città- continua fermo il primo cittadino Salvatore Vozza - Come già successo al rione Savorito, dove a marzo fu danneggiato l'impianto di videosorveglianza, procederemo rapidamente a ripristinare le strutture e ad attivare le telecamere".

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©