Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Castelvolturno, affiliato a caln dei casalesi modifica la sua carabina ad aria compressa: arrestato


Castelvolturno, affiliato a caln dei casalesi modifica la sua carabina ad aria compressa: arrestato
12/01/2011, 21:01

Questa mattina, a Castelvolturno, in provincia di Caserta i carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno tratto in arresto per detenzione illegale ed alterazione di arma comune da sparo G.G., 43 anni, residente a Castelvolturno, già noto alle forze dell'ordine e ritenuto affiliato al clan dei casalesi. Durante una perquisizione domiciliare l'uomo e’ stato trovato in possesso di una carabina ad aria compressa modificata nella potenza, infatti il potenziamento dell’arma dal punto di vista giuridico la rende una arma comune da sparo: l’arma era occultata nella cantina sottostante l’abitazione. L'uomo risulta essere un affiliato al clan dei casalesi: il suo nome compare nell’ambito dell’operazione “Domitia” del reparto operativo dei carabinieri e della squadra mobile di Caserta. Era stato arrestato nell’aprile 2008 in esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare in carcere insieme ad altre persone legate a personaggi di spicco del clan camorristico dei casalesi, costituito dai gruppi Bidognetti e Tavoletta, gravemente indiziate di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni, porto e detenzione illegale di armi, traffico di sostanze stupefacenti e illecita concorrenza. Dopo le formalità di rito il 43enne è stato tradotto nella casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Ce).

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©

Correlati