Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Era stato sorpreso a fumare poco prima

Catania, 13enne si lancia nel vuoto dopo litigio con la mamma


Catania, 13enne si lancia nel vuoto dopo litigio con la mamma
13/04/2012, 19:04

CATANIA – Un giovane di soli 13 anni si è tolto la vita lanciandosi dal balcone della cucina di casa, al terzo piano di un palazzo di via Vecchia Ognina a Catania. Il ragazzo era stato sorpreso a fumare una sigaretta poco prima dalla mamma, che per questo lo aveva rimproverato. Soccorso immediatamente è stato portato d'urgenza all'ospedale Cannizzaro, ma non ce l'ha fatta.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che hanno proceduto ai rilievi del caso.
Simone avrebbe compiuto 14 anni il prossimo fine maggio. Da tutti è stato descritto come un ragazzo tranquillo: non aveva mai avuto problemi, né mostrato disagi psicologici.
La famiglia, disperata e sotto choc, si è chiusa nel silenzio.
La madre del giovane ha raccontato agli inquirenti di aver rivolto al figlio un semplice rimprovero, senza toni particolarmente severi. Il padre del ragazzo non era in casa al momento della tragedia, perché fuori per lavoro ed è rientrato d'urgenza a Catania. Per la Procura il caso non ha bisogno di ulteriori indagini, dato che il fatto risulta chiaro nella sua dinamica: ha per questo chiuso il fascicolo e disposto la restituzione della salma alla famiglia.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©