Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Un 54enne incensurato, non è riuscito a cancellare le tracce

Catania: arrestato l'uomo che ieri ha ferito una studentessa


Catania: arrestato l'uomo che ieri ha ferito una studentessa
02/07/2010, 10:07

CATANIA - E' stato rintracciato ed arrestato l'uomo che ieri, in piazza Dante a Catania, ha sparato contro Maurizio Gavino, 40 anni, un appartenente al clan mafioso degli Zuccaro, ferendolo tre volte in maniera grave, ma colpendo anche la studentessa Laura Salafia, 34 anni, colpita al collo. Chi ha sparato è Andrea Rizzotti, 54 anni, che divide le sue attività lavorative tra l'impiego di dipendente comunale e la gestione di una pompa di servizio in piazza Dante. L'uomo aveva cercato di cancellare le tracce lavando i vestiti, ma le testimonianze l'hanno inchiodato e, quando la Squadra Mobile di Polizia è andata ad arrestarlo, ha subito confessato.
I fatti comunque sono estranei al discorso mafia, secondo quanto è stato accertato sinora. Infatti Gavino ha avuto una relazione, tempo fa, con una parente di Rizzotti; di conseguenza, ogni volta che passava per piazza Dante, si fermava davanti alla pompa di benzina dell'impiegato ed allungava la mano esponendo l'indice e il mignolo nel classico segno delle corna. Mercoledì l'ha fatto una volta di troppo: è scoppiata una lite tra i due e quando Gavino se n'è andato, Rizzotti ha estratto la pistola e ha sparato 5 colpi. Tre di questi colpi hanno centrato il bersaglio, che è stato portato in ospedale e sottoposto ad intervento chirurgico. Un altro proiettile ha colpito al collo la Salafia, rimanendo incastrato nelle vertebre cervicali e provocando un trauma midollare. Se questo abbia avuto conseguenze sulla mobilità della ragazza si dovrà verificare dopo l'operazione - non ancora effettuata perchè è estremamente delicata - per estrarre il proiettile.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©