Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Per il 65esimo anniversario della morte del dittatore

Catania: l'Anpi protesta per la messa in onore di Mussolini


Catania: l'Anpi protesta per la messa in onore di Mussolini
03/05/2010, 13:05

RIPOSTO (CATANIA) - Non bastavano le celebrazioni nazifasciste fatte a Milano in questi giorni (per fortuna andate abbastanza deserte, se si esclude il corteo di giovedì sera, con circa un migliaio di manifestanti), adesso anche il sud mostra di rimpiangere il fascismo.
E così domenica il parroco della chiesa dedicata a San Giuseppe a Riposto, un comune in provincia di Catania, ha dedicato la messa delle 10 al "fratello Benito Mussolini". La cosa ha destato subito scalpore, con l'Anpi che ha subito inviato una lettera al vescovo di Acireale, superiore gerarchico del parroco di Riposto, chiedendone l'intervento. Inoltre durante e dopo la messa, all'esterno della chiesa diversi esponenti di destra hanno distribuito un giornaletto inneggiante al fascismo, provocando la reazione della popolazione.
Continua dunque questo proselitismo dei gruppi fascisti, un proselitismo fatto di manifestazioni (autorizzate e non) che non vengono sanzionate dalle leggi vigenti, su cui nessuna Procura indaga e che hanno sempre il benestare della Questura. E anche quando capita la rara volta in cui questo benestare non c'è - vedi la prossima manifestazione che si terrà a Roma il 7 maggio - i manifestanti se lo prendono, come annunciato dagli esponenti di Casapound e del Blocco studentesco.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©