Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ci sono addebiti per oltre 100 mila euro

Catania: telefonavano dall'ospedale per ricaricare cellulari, 47 indagati


Catania: telefonavano dall'ospedale per ricaricare cellulari, 47 indagati
13/05/2010, 09:05

CATANIA - Avevano trovato un modo molto semplice per non pagare le ricariche del cellulare: utilizzavano le linee telefoniche dell'ospedale per chiamare i cellulari di amici e conoscenti e ricaricarli così attraverso le tariffe con autoricarica. Ma questo comportava enormi costi per l'ospedale "Garibaldi" di Catania, la cui bolletta telefonica ha avuto un incremento di oltre 100 mila euro. Per questo è scattata l'indagine della Polizia Postale, coordinata dal sostituto procuratore Alessandro La Rosa, che alla fine ha portato ad iscrivere nel registro degli indagati 47 persone, gran parte dei quali sono dipendenti dell'azienda ospedaliera etnea. 25 di esse sono indagate per peculato e 22 per furto.
E' evidente che se si adottassero serie misure punitive contro questi abusi e misure preventive per scongiurarli, il deficit della sanità nelle Regioni del sud diminuirebbe di parecchio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©